E’ un diritto di tutti ritornare a parlare con le piante, curarsi e curare, conoscere gli spiriti attraverso i sogni, ricordare i canti di cura senza essere “imboccati” da un maestro o da una tradizione ma ispirati e mossi dallo spirito adesso.
E’ un nostro diritto ricordare chi siamo, da dove veniamo, poter trovare le risposte sui cicli della vita e i cicli dell’umanita’, sul nostro posto in questa amata terra.
E’ un diritto poter sognare, attingere alla biblioteca di medicina ancestrale contenuta negli spiriti delle piante, la miriade di informazioni, i simboli di cura, gli archetipi e i miti.
In questo viaggio per uscire dalla prigionia in cui vivono le persone, l’unica via d’uscita e’ dentro: gli abissi, le fredde correnti oceaniche, i luoghi bui, le grotte, i magmi incandescenti al centro di noi e della nostra terra. Devi navigare le acque senza perdere la Forza, svegliarti.
Ti devi svegliare!
Non troverai risposte nei libri se la tua ricerca e’ fuori. Non troverai risposte nei percorsi di crescita se la tua ricerca e’ fuori, se vuoi diventare, se vuoi colmare il vuoto, non sentire il fastidio, la noia, il dolore. Non troverai risposta se vuoi guarire o ottenere qualcosa.
Io accompagno verso la porta, come Caronte conosco la strada, ma tu devi attraversare.
La via d’uscita e’ dentro e dentro e’ il Vuoto. Dal vuoto, il silenzio e la grande infinita eterna pace dell’essere adesso. Dal silenzio, il Verbo e TU SEI.
E il tuo fare nascera’, figlio dell’essere.
E’ un diritto ed e’ un dovere.
Inizia a marzo 2023 “Il canto delle Piante Nude” un percorso di risveglio e riconnessione agli spiriti delle piante e alla nostra Natura. E’ un percorso per chi non cerca fuori ed e’ pronto a entrare.
Makhosi