GOGO ZANEMVULA

Francesca Pozzan

Sangoma, guaritrice tradizionale di lignaggio sudafricano, insegnante di presenza, esperta conoscitrice della medicina ancestrale e delle sue leggi.  Da più di dieci anni accompagna le persone ad attraversare sofferenza, conflitti, crisi e ricerca interiore per liberarsi, ri-trovare una connessione con l’adesso e  prendere il proprio posto nel mondo al servizio di qualcosa di più grande. Arianna per nascita, e’ stata ribattezzata Gogo ( nonna)  Zanemvula ( colei che porta la pioggia) in Sud Africa dove ha vissuto per dieci anni affrontando gli  apprendistati e iniziazioni tradizionali e rispondendo alla chiamata degli antenati. E’ sangoma della tribù Amapondo, un lignaggio sciamanico africano ininterrotto da millenni.

Oggi Gogo vive nella meravigliosa Valcamonica vicino ad un lago di montagna con il compagno, la figlia e due gatti. E’ al servizio: la sua missione e’ aiutare gli altri a liberarsi, a scoprire chi sono, a prendere il loro posto nel mondo affinché, come le increspature nell’acqua, a loro volta si mettano al servizio dell’umanita’. 

Ma cos’è un Sangoma?

Siamo guaritori, sciamani tradizionali dei popoli Nguni in africa meridionale.  Letteralmente “la persona che guarisce con la musica” perché danziamo , suoniamo i tamburi e cantiamo con gli antenati (Amadlozi).

Siamo la voce degli antenati, interpretiamo i sogni, comunichiamo e lavoriamo con gli spiriti delle piante per la guarigione, con gli spiriti degli animali e onoriamo gli elementi. 

Francesca Pozzan Travel Designer

Siamo uno

Ubuntu e’ la legge che ci guida. È una regola basata sulla compassione. Umuntu ngumuntu  ngabantu: “io sono ciò che sono in virtù di ciò che tutti siamo”. L’ubuntu ci ricorda che siamo UNO : è una spinta verso l’umanità, la  comunità, la terra e l’universo, la pace e l’ equilibrio.

Mi è apparsa, non aveva un volto, avvolgeva tutto intorno e anche io ero Lei, ma non c’ ero più io, saggia come la fonte, senza mente eppure Mente eterna, senza azione eppure pura Azione. Era la madre di mia madre, di mia nonna, di tutti i bambini antenati, delle foglie e del vento, era l’eterno presente che contiene la vita e la morte in un unico dolce respiro.
In quel momento ho sentito nel corpo la vera NATURA, sapevo chi ero e collassava da dentro ogni paura: la morte non esiste, torniamo a Lei in quel suo caldo abbraccio eterno e mai nato che è pura vita. Poi l’epifania: noi non ci siamo mai separati da lei, siamo ancora Lei, ma L’ABBIAMO DIMENTICATA.
Nulla fu mai piu’ uguale.”

Francesca Pozzan Professione Travel Designer

Gratitudine

Gratitudine verso gli antenati e grandi benedizioni alla mia famiglia spirituale, mio padre Kulelethongweni, mio nonno Tobelathongo, Vanghethongo, Hildegarde e  mama Nolungile. Avete aperto la mia strada e il mio cuore.

 

Cammina con me

Hai gia’ tutto cio’ che stai cercando fuori. Il cammino e’ ricordare, ritornare al cuore

Percorsi
individuali

Ritiri
individuali

Eventi di
gruppo